Ecco le parole di Giampiero Ventura a Sky Sport:



L’Europeo ha lasciato in eredità grande entusiasmo ma anche una squadra forse un po’ troppo avanti in là con gli anni. Per restare competitivi era così necessario cominciare una fase di rinnovamento, prima delle gare con Lichtenstein e Spagna ho pensato “Ora o mai più”. Ingiusto paragonare l’Europeo, con Conte che ha avuto 40 giorni a disposizione per basare tutto sull’organizzazione, e le Qualificazioni Mondiali”.

Qualche parola anche su Mario Balotelli, rinato al Nizza: “Deve stupire lui, non io, e ovviamente può farlo con le sue qualità. Abbiamo bisogno di un singolo al servizio della squadra, non il contrario. Se è disposto a cominciare un certo tipo di percorso, le porte sono aperte per tutti”.