E’ Sergio Parisse, capitano della nazionale, ad accendere definitivamente i riflettori sul Sei Nazioni di rugby che partirà il 5 febbraio e durante il quale l’Italia è chiamata a riscattare l’ennesimo cucchiaio di legno rimediato nella scorsa edizione.



Il primo impegno sarà subito probante: all’Olimpico di Roma arriverà il Galles, contro cui l’Italia non coglie un successo ormai da dieci anni. Parisse è comunque fiducioso sul lavoro dei compagni e del ct Conor O’Shea che ha sostituito il francese Jacques Brunel: “Partiamo dallo stesso gruppo dello scorso novembre con qualche innesto, puntiamo sulla continuità per affrontare un impegno così duro e una prima partita difficile. C’è fiducia nello staff. Spero che da parte di tutti ci sia la voglia di esprimersi al meglio, sarà importante anche gestire le energie in vista dell’impegno ravvicinato con l’Irlanda“. Vedremo se il numero 8 e capitano azzurro riuscirà a condurre i suoi ad un torneo dignitoso.