E’ stato un Natale bellissimo per gli appassionati di Nba: sì, perché assistere a questo punto della stagione a una partita di un’intensità degna di una di playoff non è un regalo da poco. Se poi le due squadre interessate sono le protagoniste delle scorse finals, beh il quadro è completo.



A Cleveland, i Cavaliers hanno ribadito il successo dello scorso giugno contro i Golden State Warriors. E’ finita 109-108 per i campioni in carica, trascinati sì dal solito LeBron James (31 punti e 13 rimbalzi), ma soprattutto da uno stratosferico Kyrie Irving, autore del canestro vincente a poco meno di 4 secondi dalla sirena. E’ stata una partita bella, avvincente, intensa e ricca di spunti tecnici. Peccato sia mancato il due volte Mvp, Stephen Curry, fermo a 15 punti (solo 2 triple a segno, la seconda quella del provvisorio 105-108) e 3 assist e soprattutto mai entrato davvero in partita. Ma avrà modo per rifarsi…